Logo Holiday Dream Club
Viaggaitori Seriali, Blog Holiday dream Club

Santo Stefano: l'isola magica

Da Barabara M. Eccomi di ritorno dalla mia terza isola… Mi piace ricordarle definendole con poche parole: la prima – la nave Grandiosa – l’ho paragonata a una bolla blu di libertà in pieno lockdown, la seconda – Fuerteventura – l’isola che unisce i contrasti, e la terza - Santo Stefano – l’isola magica dai colori complementari. Sì, perché qui tutto si gioca fra le infinite tonalità di verde della macchia e le tondeggianti rocce di granito rosa e grigio che si adagiano morbidamente l’una sull’altra come meravigliose sculture del vento. La tavolozza degli azzurri del mare è una scala armonica perfetta.





AMO LE ISOLE, PERLE DI BELLEZZA IN MEZZO AL MARE Dopo il trasferimento dall’aeroporto di Olbia a Palau in taxi, prendiamo il gozzo che ci porta al Resort accompagnate dalla gentilissima Roberta di Settemari. Dal mare, il resort si scorge appena perché è costruito nei colori della roccia dell’isola ed è tutto strutturato su un piano per non turbarne la bellezza. Il ristorante offre ampie vetrate sul mare e l’area bar, con grandi aperture, in parte a vetri, ti offre anch’essa la vista sull’orizzonte. Ho ancora negli occhi i tramonti che mi ha regalato… A Santo Stefano hai spazio perché se non hai voglia di stare sulla spiaggia attrezzata principale e usufruire dell’animazione e della musica, hai a disposizione la spiaggia delle canoe e della vela oppure svariate calette deserte dove gli unici suoni che ti accompagnano sono le onde. A Santo Stefano puoi salutare la giornata esplorandone la natura rimasta intatta perché sull’isola non ci sono altre costruzioni abitate oltre al resort e a una base militare sull’estremità opposta. Mi sono sentita fuori dal tempo, respirando il profumo del mare e della Sardegna (chi lo conosce sa di cosa parlo) e camminando sui sentieri di sabbiolina rosa mi sono lasciata sorprendere da pietre di granito grigio o rosso o da scaglie di nera lucente ossidiana che mi sono sembrate gioielli messi lì apposta per abbellirla ancora di più e lasciato che la mia fantasia si infiammasse guardando le rocce che sembrano disposte ad arte una sull’altra o una accanto all’altra. Se desideri più socialità, puoi iniziare la giornata con un buon risveglio muscolare, fare balli sudamericani in spiaggia e acquagym sulla musica sempre ad hoc del bravo dee-jay. Un mio amico mi disse una volta che in Sardegna si avverano i desideri e così è stato a Santo Stefano! Il brevetto open water che, fra contrattempi, confinamenti ecc. ecc. non sono riuscita a conseguire sulla terraferma, ora è nelle mie mani!!! Ed è così che ho esplorato l’isola magica dai colori complementari sopra e sotto il livello del mare... un vero viaggio perché viaggiare significa addentrarsi in mondi inesplorati. Grazie Santo Stefano, grazie Santo Stefano Resort con il suo bravissimo istruttore PADI che mi ha preso per mano e mi ha accompagnato nei primi “passi” sott’acqua e GRAZIE HOLIDAY DREAM CLUB!!!!


Vuoi saperne di più?
 

Fatti raccontare di più da questo Viaggiatore Seriale! Scrivici quale storia ti ha affascinato e ti metteremo in contatto con chi l'ha scritta!
Potrai farti descrivere ancora meglio la sua vacanza e la sua esperienza HDC, e magari fra poco sarai anche tu parte della famiglia di Holiday Dream Club!

 

Scrivi il tuo messaggio!

Evviva! Messaggio ricevuto.

Le mete dei nostri travelers
Il diario del mese!